Aggiornamento della guida ufficiale di Scrum (18 novembre 2020)

Tutte le discussioniCategoria: Metodologie AgiliAggiornamento della guida ufficiale di Scrum (18 novembre 2020)
Franco Staff chiesta 1 anno fa
Il 18 novembre 2020, Ken Schwaber e Jeff Sutherland hanno pubblicato un aggiornamento della guida ufficiale di Scrum. Il precedente aggiornamento risaliva al 2017.

Secondo i co-creatori, quest’ultima versione ha l’ambizione di riportare Scrum alle origini, ovvero un framework “minimalistico”, grazie alla rimozione o alla riformulazione di tutto ciò che a livello linguistico poteva apparire come “prescrittivo”.

Che cosa non è cambiato

Scrum rimane sempre Scrum: un framework leggero (lightweight) adatto allo sviluppo di prodotti complessi, che ha come obiettivo la soddisfazione del cliente finale, grazie alla consegna di incrementale e iterativa di software funzionante, e alla produzione di valore.

Cosa è cambiato

  • Linguaggio meno prescrittivo e più semplice, rimozione di termini specifici relativi allo sviluppo software
  • Modifiche ad alcune definizioni, per esempio: definizione di Scrum, empirismo, Product Backlog, Sprint Goal, Sprint Backlog, Increment, Definition of Done
  • Contenuti rimossi (ad es. “Usi di Scrum”) o riorganizzati (ad es. “Misurazione dei progressi verso gli obiettivi”)
  • Aggiunta di elementi con relativi chiarimenti sulle loro relazioni, ad esempio, “Commitments” Product Goal (nuovo), Sprint Goal e Definition of Done
  • Il concetto di Team di Sviluppo all’interno di uno Scrum Team è stato rimosso per ridurre potenziali disfunzioni tra il Product Owner e il Team di Sviluppo (“noi contro loro”) e focalizzare l’intero Scrum Team sullo stesso obiettivo
  • Uno Scrum Team ora è composto dal Product Owner, dagli sviluppatori (Developer) e dallo Scrum Master. Le persone che svolgono il lavoro di creazione di un incremento utilizzabile sono chiamate sviluppatori
  • “L’intero Scrum Team è responsabile per la creazione di un incremento di software utile e di valore, a ogni Sprint”. Gli sviluppatori sono responsabili di tutti gli aspetti della creazione dell’incremento utilizzabile
  • I termini “responsible” e “accountable” (che purtroppo in italiano si traducono entrambi con “responsabile”) sono usati in maniera più coerente e il termine “ruoli” è sostituito da “responsabilità”
  • La Scrum Guide ora utilizza i termini “self-managing” e “self-management” per sottolineare che gli Scrum Team scelgono “chi, come e su cosa lavorare” mentre la Scrum Guide 2017 utilizzava i termini “self-organizing” e “self-organization” (auto-organizzazione in italiano) per descrivere come i Team di Sviluppo scelgono autonomamente “chi e come lavorare”
  • Il termine servant-leader è stato rimosso e gli Scrum Master sono ora descritti come “veri leader a servizio dello Scrum Team e dell’intera organizzazione”
  • Lo Sprint Planning ha ora tre argomenti. Il primo e nuovo argomento è: “Perché questo Sprint ha valore?”
  • Il fine di ciascun evento è stato chiarito e la descrizione di come condurli è meno prescrittiva
  • Viene introdotto un “Product Goal”, che funge da obiettivo e descrive uno stato futuro del prodotto
  • Viene chiarito che è possibile consegnare più Incrementi all’interno di uno Sprint, anche prima della fine di un’iterazione. Sprint Review non è un “gate” per rilasciare valore

Contenuti del blog

Cercherò di aggiornare al più presto tutti i contenuti del blog, nella categoria Scrum, in modo che facciano riferimento alla nuova guida.